Come ti senti quando qualcuno ti fa una promessa, ma poi non la mantiene?

Potresti sentirti frustrato perché non ti aspettavi qualcosa del genere, o sentirti nervoso e  vorresti litigare con chi non ha mantenuto quanto detto. Magari le tue aspettative sono cambiate proprio per questa mancanza e devi cambiare i tuoi piani e la tua organizzazione perché contavi di fare qualcosa in relazione alla promessa. Il fatto che questa promessa sia saltata, per te potrebbe significare che devi rivoluzionare il piano della giornata, di una vacanza, del lavoro.

Quando una promessa non viene mantenuta, viviamo una situazione negativa.

Pensa al tuo negozio: ti capita di fare promesse e sei in grado di mantenerle?

Guarda le promesse che come consumatori viviamo e che poi vediamo sempre sfumare.

L’inganno peggiore: la pubblicità delle merendine. Fin da piccolo ho vissuto questa pubblicità come ingannevole e mi ha fatto sempre arrabbiare vedere le brioche, piene di cioccolato o marmellata, con il ripieno che fuoriesce appena si apre la confezione. Poi a casa, prendevo il mio cornetto secco e striminzito, lo aprivo a metà trovando solo una goccia di marmellata, uno sconforto incredibile.

I volantini di alcuni negozi sono un altro tipo di pubblicità ingannevole. Soprattutto in passato quando nei vecchi volantini c’erano offerte sottocosto e il consumatore correva al supermercato e poi non trovava la merce. Almeno adesso, per fortuna, c’è l’obbligo di inserire il numero delle quantità limitate.

E anche la pubblicità di Poltronesofà con le sue offerte valide fino alla domenica che si ripetono all’infinito. Anche se questo tipo di comunicazione è stato multato dall’Antitrust, si può dire che faccia leva sul nostro bisogno di giustificare un acquisto. Davanti ad un prezzo scontato, si giustifica il fatto di aver acquistato qualcosa d’impulso perché c’era un’occasione, anche quando si sa che l’offerta non ha un termine.

Verifica che quello che prometti sia davvero realizzabile

Se nel tuo negozio prometti ad un cliente di consegnare un prodotto o di fare un’installazione entro una certa data e con determinate garanzie anche sul post vendita, mantieni sempre la parola data? Sono promesse che possono essere veramente mantenute?

Mi viene in mente un’offerta che ho visto di recente fatta da Leroy Merlin sull’installazione del bagno con impianti, rifacimento di pavimenti e montaggio di tutti i componenti. Poi ho visto la stessa offerta fatta da un’azienda concorrente e che ha una buona diffusione sul territorio italiano, a giudicare dal loro sito internet, che si chiama BagniStar. Stessa offerta e, senza entrare nel merito dei prezzi, Leroy Merlin comunica una tempistica di otto giorni contro i tre giorni di BagniStar. Non so quanti di voi abbiano rifatto un bagno, a me è capitato e tra togliere il pavimento, smontare, fare i lavori nuovi considerando anche i tempi di posa, ecc. fare tutto in tre giorni mi sembra davvero inverosimile. A volte indicano una tempistica che magari si basa su ore o che esclude i tempi di posa o di seccaggio.

Qualsiasi cosa si intenda, sta di fatto che il cliente deve essere trattato con correttezza. Le informazioni che qualsiasi azienda dà ai propri consumatori devono essere corrette e coerenti.

La correttezza e la coerenza sono dei valori e il cliente ripaga questi valori con una moneta unica. Una sola singola moneta che si chiama fedeltà.

La fedeltà del cliente è il modo in cui la persona ripaga il fatto di aver ricevuto un servizio coerente e corretto. Significa che le promesse che si aspettava di ricevere sono state mantenute.

Questo genera fedeltà nel cliente.

Usa questo form per contattarmi e farmi la tua domanda o per lasciarmi i dati per essere richiamato o ricontattato

1 + 9 =

Vendi di più Fidelizzando i Clienti


 

Grazie per aver compilato correttamente i campi richiesti. Controlla la tua casella di posta per accedere alla demo immediatamente