La ricerca effettuata dalla International Data Corporation insieme a quanto è riportato in uno degli ultimi libri di Philip Kotler mostrano che i clienti che valgono di più sono quelli omnichannel.

Si evidenzia che i clienti omnichannel riescono ad ottenere, nel corso del tempo, un valore del 30% in più rispetto ai clienti non omnichannel.

Per omnicanalità si intende la capacità di seguire il cliente attraverso diversi canali, quindi non solo nel punto vendita fisico ma anche online, nei social network, nelle riviste, ecc. ovvero tutti i canali che corrispondono ai punti di contatto con le persone, i cosiddetti touchpoint.

Nel momento in cui un negozio, un’azienda, un’attività commerciale riesce a seguire i propri clienti attraverso tutti i punti di contatto in cui la stessa attività è presente, questo porta le persone ad avere un valore di spesa più alto del 30% rispetto ai consumatori che non usano diversi canali.

Questo vuol dire che i clienti che valgano i più sono quelli che seguono lo stesso brand, lo stesso negozio su più canali.

Come usare l’omnicanalità

Prima di tutto, è fondamentale portare a conoscenza le persone di tutti i punti di contatto che metti a disposizione oltre al negozio fisico.

Aggiungi i contatti nella tua lista email, fai crescere la tua lista degli sms, un canale Telegram, un gruppo WhatsApp, una pagina Facebook, un canale YouTube… Parla dei tuoi punti di contatto e fai in modo che i clienti sappiano dove trovarti.

I clienti che ti seguiranno su più canali ti porteranno più valore.

Ecco perché è proprio nel tuo interesse fare in modo che più persone possibili siano omnichannel e che il tuo punto vendita sia omnichannel.

È un aspetto significativo per sfruttare le nuove tendenze e la tecnologia della omnicanalità. È un aspetto conveniente, non una moda e le scelte importanti per il tuo negozio devono essere convenienti portandoti dei vantaggi.